Pagina:Rivista italiana di numismatica 1893.djvu/357

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
308 nicolò papadopoli

[immagine da inserire]


6. Oro (peso grammi 3.11).

D/ — Busto del principe a destra con collare alla spagnuola: FRAN: D: G: PRINC: CASTIONI.
R/ — Stemma Gonzaga coronato e fregiato del toson d’oro; nello scudetto centrale, nel primo e quarto leone rampante, nel secondo le fascie Gonzaga e nel terzo la testa di buffalo: MARCHIO: M EDVLAR: E: C •

Il conio è squisito lavoro, probabilmente dello stesso Gaspare Mola che incise altri pezzi di questo principe e lavorò egregiamente per la zecca di Guastalla e per quella di Mantova.

Non tutte le monete di Francesco Gonzaga sono egualmente belle e buone, perchè si conoscono col suo nome alcune contraffazioni di monete forestiere cui devo aggiungere le seguenti che si conservano nel mio medagliere.

[immagine da inserire]


7. Mistura (peso grammi 1.42).

D/ — Scudo colla croce di Savoia chiuso in tre archi di cerchio: + FRAN • GON • MA • CAS • S • R • I • P.
R/ — Croce grande di S. Lazzaro caricata da quella di S. Maurizio più piccola: + CRVX • CRIS • REDE • NOST.