Pagina:Rivista italiana di numismatica 1893.djvu/442

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

BIBLIOGRAFIA




LIBRI NUOVI.


Papadopoli Nicolò, Le Monete di Venezia descritte ed illustrate coi disegni di Carlo Kunz. Parte prima: dalle origini a Cristoforo Moro. Venezia, Ferdinando Ongania editore, 1893, in-4, pag. X e 424, con 16 tavole.

Il nome del senatore Nicolò Papadopoli non è nuovo per i cultori della numismatica italiana, e noi con viva soddisfazione abbiamo apprezzato le sue pubblicazioni intorno all’origine della zecca di Venezia, intorno al valore della moneta veneziana ed altre più brevi, ma non meno pregevoli, le quali rivelano l’erudito indagatore ed il critico profondo. Le principali sue deduzioni furono accolte con favore dagli scienziati, e ne fece tesoro, per citare un solo esempio, G. Salvioli nel suo bellissimo articolo sulla moneta che fu compreso nell’Enciclopedia giuridica italiana.

Un rapido esame dell’elegante volume che abbiamo dinanzi, basta perchè ognuno abbia a riconoscere ch’esso è il prodotto di lunghe ricerche e di studio indefesso, e che l’A. ha voluto offrire un’opera, possibilmente completa, dedicandovi tutta la sua attività ed il suo ingegno.

Ricca è la letteratura relativa alla moneta veneziana; ma per quanto ne abbiano trattato in passato e nel secolo presente illustri scrittori, pure mancava un’opera che valesse ad appagare tutte le esigenze, tanto di coloro i quali riguardano la moneta quale oggetto d’arte, quanto degli altri che la considerano qual monumento storico, testimonio della civiltà dei popoli e della loro agiatezza. S’aggiunga che le monete di Venezia sono d’importanza universale; imperocché non rimasero limitate entro i confini della Repub-