Pagina:Rivista italiana di numismatica 1893.djvu/555

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
488 alfredo comandini


Nell’agosto Siena inaugurava alla memoria di Re Vittorio Emanuele II degno monumento, sotto forma di un grandioso salone artistico. Per questa festa del patriottismo e dell’arte venivano coniate, a ricordo, dal bravo incisore bresciano, residente a Siena, signor Ciocchetti, le due medaglie seguenti:


32. Diamm. mm. 20 (con appiccagnolo ed anellino).

D/ — Testa nuda del Re a destra. In giro: VITTORIO EMANUELE II.
R/ — In alto, ad arco: INAUGURAZIONE. Nel campo, in tre righe: DELLA SALA - MONUMENTALE - SIENA. Sotto, ad arco: 16 AGOSTO 1890.


33. Diamm. mm. 48.

D/ — Testa nuda del Re a sinistra. In giro, ad arco: VITTORIO EMANUELE II. Sotto al taglio del collo: Ciocchetti.
R/ — In giro, ad arco, nella metà superiore, fra due stellette: INAUGURAZIONE DELLA SALA MONUMENTALE. In giro, ad arco, nella metà inferiore: SIENA XVI AGOSTO MLCCCXC. Cerchio periato, chiudente il campo, in mezzo al quale in due righe: L’ARTE — ALLA GLORIA.



Un altro monumento a Vittorio Emanuele II veniva inaugurato in Firenze il 20 settembre 1890, in forma di statua equestre, molto discussa, del Zocchi.

L’inaugurazione ci è ricordata da due medaglie; la prima delle quali, ufficiale, distribuita dal Comitato ordinatore della festa, fu incisa dal bravo incisore Adolfo Farnesi di Lucca, ed è la seguente:


34. Diam. mm. 52.

D/ — Busto di prospetto, un poco a sinistra di Re Vittorio Emanuele, testa nuda, in uniforme da generale,