Pagina:Rivista italiana di numismatica 1894.djvu/305

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

annotazioni numismatiche italiane 287

CASTIGLIONE DELLE STIVIERE.


Di questa zecca non conoscevamo finora che una sola contraffazione genovese, cioè quella del da otto denari colla Madonna, del principe Ferdinando primo, moneta che per il suo tipo va assegnata al periodo 1637-16781, e che venne anche imitata a Bozzolo2. Pochissime e tutte rare sono le monete di tipo genovese contraffatte nelle piccole zecche, ciò che fa credere si andasse molto cauti nel farlo e non se ne emettessero che limitate quantità. Ed a confermarci in questa opinione concorre il fatto che mentre si conoscono moltissime varianti delle contraffazioni di monete di altri stati, delle genovesi invece non ne abbiamo che due al più. Tuttavia mi è riuscito averne una di questo da otto denari del principe Ferdinando, del quale non darò il disegno, ma basterà che accenni le varianti. Queste consistono nello scudo che è più stretto ed a punta ben accentuata, e nella leggenda * REGINA * CELI *, cioè senza l’A del dittongo, colla stelletta a metà invece del punto, e di due punti all’esergo in luogo delle due stelle.

Il principe Ferdinando 1 non fu il solo uè il primo ad aver rivolto la colpevole industria della propria zecca sulle monete Genovesi. Rodolfo l’aveva preceduto (1586-1593), contraffacendo il soldino inedito finora, ma che da qualche anno si trova nella mia raccolta, e del quale fu dato un cenno dal Desi-

  1. Zanetti, Nuova raccolta delle monete d’Italia, etc. Vol. IH, n. 16, tav. XIII e pag. 206.
  2. Brambilla, Altre annotazioni numism. Pavia, 1870, n. 9, tav. II.