Pagina:Rivista italiana di numismatica 1895.djvu/301

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

appunti di numismatica romana 287

dei Contorniati conosciuti appartiene a questo imperatore, ed oltre a ciò vennero riprodotti sovente nei Contorniati tali e quali i rovesci di parecchie delle sue monete {Annona Augusti Ceres, Decursio, Roma, ecc.) senza neppure togliervi le lettere S. C.

Le belle monete di Trajano diedero pure un forte contingente alla serie delle ribattute, e il nome di Trajano figura pel secondo fra i Contorniati. Saltando i nomi che non troiamo che accidentalmente, un numero considerevole di monete ribattute non lo abbiamo che fra i bronzi di Caracalla; dopo il quale non figura più alcun nome dei successivi imperatori, i cui bronzi erano troppo leggeri o irregolari, fino ai Costantini, i cui medaglioni hanno a un dipresso la forma rotonda e le dimensioni dei gran bronzi dell’alto impero. Questa proporzione è ancora esattamente seguita dai Contorniati. In seguito a quelli di Nerone e di Trajano, che sono di gran lunga i più numerosi, vengono a grande distanza quelli di Caracalla, mentre le altre teste anteriori (Augusto, Galba, Vespasiano, Antonino, M. Aurelio), non compajono che eccezionalmente, e da Caracalla si scende senza trovare altro nome, fino ai Costantini. — Mi pare che tale concordanza sia molto significativa, e che per lo meno non sia temeraria l’induzione della discendenza dei Contorniati dai bronzi ribattuti.

E del resto è molto difficile l’andare più in là d’una semplice induzione, che m’e venuta per concatenazione d’idee e che sottopongo qual’è e per quello che può valere, ai cortesi lettori della Rivista.

Descrizioni di alcuni Contorniati.


Ed è tempo ormai che veniamo a ciò che doveva formare la materia dell’unico articolo, che m’ero