Pagina:Rivista italiana di numismatica 1896.djvu/346

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

monete italiane inedite della raccolta papadopoli 333

citato da Promis a pag. 131, tav. VII, n. 9, nel mio doppio grosso si vede il sole, segno di Bertino Busca di Milano maestro a Nyon.


12. — Mistura, peso grammi 0,86.

    D/ — Scudo di Savoia accompagnato da tre anellini + LVDOVICVS * DVX : fra due cerchi di perline.
    R/ — Grande L gotico accompagnato da quattro anellini + SABAVDIЄ * ЄT: P’ fra due cerchi di perline.

Anche questo patacco ossia forte differisce da quello di Promis, pag. 131, tav. VII, n. 7 e di Rabut, deuxième notice, tav. I, n. 4, per il sole su entrambe le faccie, che è il segno di Bertino Busca sopranominato.


13. — Oro, peso grammi 3,47.

    D/ — Busto a destra del principe col capo coperto da beretto + KAROLVS · DVX · SABAVDIЄ · PRInC · M · fra due cerchi di perline.
    R/ — Scudo di Savoia sormontato da laccio d’amore ed accostato dalla parola fe rt il tutto in un contorno quadrilobato + DhS · MICnI · ADIVTOR · 2 · ЄGO · DЄSPICIA fra due cerchi di perline.

Anche nella raccolta Bottacin di Padova vi è un esemplare del ducato di Carlo I colla testa (14821490) che ha il motto come il mio e non quello che si legge al n. 7, tav. X di Promis, forse male interpretato1 dall’incisore dei disegni.

Niccolò Papadopuli Carlo I di Savoia Rivista italiana di numismatica 1896 (page 346 crop).jpg


14. — Argento, peso grammi 1,08.

    D/ — Scudo di Savoia con elmo e cimiero visto di fronte,
  1. Il versetto 7 del salmo 117 dice: Dominus mihi adjutor, et ego dispiciam inimicos meos.