Pagina:Rivista italiana di numismatica 1897.djvu/27

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search




APPUNTI

di

NUMISMATICA ITALIANA




XVI.

IL RIPOSTIGLIO DI CAVRIANA.


Nel Comune di Cavriana (Prov. di Mantova), un operaio, nel demolire un vecchio muro, scopriva, due anni or sono, un gruzzolo di circa 100 monetine italiane d’argento. Di queste monete, settanta furono acquistate da un proprietario del luogo, il quale, solo poco tempo fa, decise d’alienarle. Ho avuto la fortuna di acquistarle tutte e di trovarne altre ch’erano andate disperse; cosicché posso dire di possedere il ripostiglio nella quasi sua totalità. Il tesoretto è piccolo, ma molto variato e interessante, contenendo alcune monete affatto nuove. Credo quindi opportuno pei lettori della Rivista il dare una illustrazione sommaria dei vari tipi di monete che vi trovai, descrivendo quelle nuove e varianti, e riferendomi, per quelle già pubblicate, alle opere dei vari autori. Fra le monete nuove, di cui possedevo due esemplari, ne ho di buon grado sacrificato uno, per far eseguire l’assaggio del titolo, e poter così stabilire con certezza la loro denominazione.

Sono tutte monete delle Repubbliche Italiane dei secoli XII e XIII, e appartengono alle seguenti città: