Pagina:Rivista italiana di numismatica 1897.djvu/452

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
428 francesco malaguzzi

gliavano i documenti. Questa parte del nostro lavoro ci è stata grandemente facilitata per la cortese cooperazione del sig. cav. prof. Costantino Luppi che mise a nostra disposizione le descrizioni delle monete edite nelle diverse opere a stampa e che ringraziamo pubblicamente. Aiuto e comunicazioni di monete inedite e di varianti ebbimo da direttori di medaglieri pubblici e da raccoglitori privati, quali i signori Francesco ed Ercole Gnecchi, prof. Edoardo Brizio, dott. Luigi Frati, prof. Solone Ambrosoli, dott. Arsenio Crespellani, prof. Carlo Malagola, ai quali ci professiamo gratissimi.

Ci lusinghiamo di aver reso, colla presente monografia, un servigio alla scienza numismatica, colmando la lacuna forse pili grande che si lamentasse nella serie delle illustrazioni delle zecche italiane, che tanta parte sono della nostra storia politica e artistica, e, in considerazione della difficoltà e vastità dell’argomento, chiediamo venia per le mende nelle quali fossimo involontariamente incorsi.

Bologna, Marzo 1897.

F. Malaguzzi.