Pagina:Rivista italiana di numismatica 1898.djvu/45

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search




APPUNTI

di

NUMISMATICA ROMANA




XLV.


CONTRIBUZIONI AL CORPUS NUMORUM.

Collezione già William Boyne a Firenze ora F. Gnecchi a Milano

(V. Appunti VII, XI, XVI, XVIII,. XXI, XXX e XXXVIII)

.


Il mio egregio amico ed illustre Presidente Conte Papadopoli mi va ripetendo che io sono fortunato perchè sovente mi capita di trovare ancora roba nuova in una serie tanto studiata e ormai tanto conosciuta come la romana. Credo che in fondo abbia ragione; ma non l’ebbe mai così completamente come nel caso attuale, in cui l’acquisto di una porzione della collezione Boyne di Firenze, porzione che non so come non sia andata venduta col resto a Londra, mi mette in posizione di offrire ai lettori della Rivista, una bella serie di monete tutte più o meno importanti, e che amo dare qui riunita, onde conservare la memoria dell’antico proprietario.

Lo stipetto da me acquistato — uno dei parecchi che costituivano la collezione Boyne, quale la vidi anni sono a Firenze, — contiene, oltre ad una serie di monete Alessandrine, di cui qui non mi occupo, la serie dei medaglioni in argento e in bronzo, cui fanno seguito alcune poche monete pure in argento e in bronzo. In tutto una sessantina di pezzi; ma fra questi gli inediti, rarissimi o che, sotto qualche