Pagina:Rousseau - Il contratto sociale.pdf/151

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 149 —


corpo, che resistendo a quella del principe, le mantenga pari amendue, così tardi o tosto deve avvenire, che il principe opprima alla fin fine il sovrano, e rompa il trattato sociale. È questo il vizio inerente ed inevitabile, che fin dal nascere del corpo politico tende continuamente a distruggerlo, come la vecchiezza e la morte distruggono finalmente il corpo dell’uomo.

Sonvi due vie generali, per cui un governo degenera, quando cioè si ristringe o quando lo stato si dissolve.

Il governo si ristringe quando passa dal gran numero al piccolo, cioè dalla democrazia alla aristocrazia, e dalla aristocrazia

    Grecia fioriva in preda alle più crudeli guerre, il sangue si versava a torrenti; e tutto il paese era coverto d’uomini, «Pareva, dice Machiavelli, che fra le stragi, le proscrizioni e le guerre civili la nostra repubblica divenisse più potente: la virtù de’ suoi cittadini, i loro costumi, e la loro indipendenza erano più efficaci per rinvigorirla che non tutti i suoi dissidii per farla debole». Un po’ di agitazione dà dell’elasticità alle anime, ed è la libertà e non la pace che faccia veramente prosperare la specie.