Pagina:Rusconi - Teatro completo di Shakspeare, 1858, I-II.djvu/365

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
354 otello

al par di loro, e che esse pure hanno tatto ed occhi e sensi, e gustano le soavità della vita, e ne sentono le amarezze. Quale scopo hanno essi ponendo in altre loro amore? forse il piacere? il bisogno incessante di passioni? la fragilità? Sia pure: ma noi ancora siam vaghe delle passioni, dei piaceri; e noi ancora siam fragili. Ne guardino dunque con amore, ne rendano felici, per quanto è da loro; o si convincano che ai falli nostri essi soli furono e guide e precettori.

Desd. Buona notte, buona notte! Il Cielo m’inspiri sempre a non tram dal male esempio al male, ma conforto al ben fare!

(escono).