Pagina:Rusconi - Teatro completo di Shakspeare, 1858, III-IV.djvu/685

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
324 IL RE ENRICO V


Gar. Tu mancheresti al tuo dovere. (entra Huellen)

Huell. Alla breccia, codardi! alla breccia! Non volete?

(battendoli)

Pist. Siate misericordioso, gran duca, ad uomini di creta! Calma la tua rabbia, calma la tua maschil rabbia! Calma la tua rabbia, gran duca, usane mercè.

Nym. Costui è un bell’umore! Vostra Grazia un umor brutto.

(escono Nym, Pistol, Bardolfo e Huellen)

Gar. Giovine come sono, ho osservato quei tre millantatori a cui servo, e se essi servir mi volessero io lo ricuserei: perocchè tre tali uomini non ne fanno un solo. Per Bardolfo..... è un cuor di piombo e un volto rosso, di modo che il suo volto è armato d’impudenza, ma in fondo all’anima ei trema. Pistol uccide tutti, ma colla lingua; e la sua spada è dolce come un montone: ciò che fa, ch’ei storpia parole finchè vuole, ma nol rompe una lancia. Nym ha udito dire che gli uomini di poche parole sono i migliori; e perciò non prega mai per non essere creduto un codardo: ma i suoi pochi e cattivi detti sono accoppiati con così poche buone opere, ch’ei non ha mai rotto il capo ad alcuno fuorchè a se stesso, e ciò accadde contro un angolo, sendo briaco. Coloro rubano ogni cosa, e la chiamano un acquisto. Bardolfo rapì l’altro giorno la custodia d’un liuto, la portò dodici leghe e la vendè per tre mezzi soldi. Nym e Bardolfo son fratelli giurati in mariuoleria; a Calais li viddi trafugare una padella, e ciò mi fece pensare che essi sarebbero un dì divenuti portatori di carbone1. Essi avrebbero voluto rendermi così familiare colle saccoccie degli uomini, come lo sono i loro guanti o le loro pezzuole; ma non si addice al mio carattere l’empiere le mio tasche con ciò che contengono le tasche altrui; perocchè tal cosa guida al precipizio. Bisogna che li lasci e cerchi miglior servizio: la loro empia condotta mi ripugna e debbo allontanarmi da loro.

(esce; rientra Huellen e Gower)

Gow. Capitano Huellen, correte tosto alle mine: il duca di Glocester vuol parlarvi.

Huell. Alle mine? Andate a dire al duca, che non è bene andare alle mine: perocchè le mine non sono disciplinate alla guerra; le cavità non sono bastanti, e il nemico è ito dodici piedi più in giù di noi: pel Cielo! credo che salteremo per aria, se non ci si danno migliori comandi.

  1. Frase che al tempo di Shakspeare significava: saper sopportare un affronto.