Pagina:Saggio di racconti.djvu/28

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
20 racconto secondo

RACCONTO II.




LA FIGLIUOLA DELLA VEDOVA


I primi e i migliori aiuti che Dio ha dato ai bambini sono i genitori. Che farebbero essi senza di loro? Appena nati hanno bisogno di esser nutriti, vestiti, liberati da tanti pericoli che non conoscono; quando sono cresciuti di qualche anno è necessario che siano educati nei buoni costumi e istruiti per una professione, o che imparino un mestiero od un’arte. Se i genitori non possono far tutto da sè, pensano a farlo fare agli altri, e alla fine il bambino cresce capace di diventare un uomo e di essere l’aiuto e la consolazione dei genitori. Ma non tutti i bambini hanno la fortuna di aver sempre vivi i loro genitori. V'è chi rimane orfano, e questa è la infelicità la più grande. Preghiamo il cielo che non vi siano mai orfani; e se ve ne sono, accordiamoci ad aiutarli, a consolarli; pigliamoli noi per nostri figliuoli o per nostri fratelli. Alcuni fanciulli perdono solamente la mamma od il babbo; ed anche questi sono infelici, perchè hanno un grande aiuto di meno; ma se hanno buon cuore, giudizio e coraggio, son destinati a fare la consolazione del genitore che