Pagina:Saggio di rime.djvu/6

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

* v *

re non ci vorranno, nondimeno sappiano questi che in pace il si porterà da noi, contenti del bene operato; e qualora queste nostre determinazioni a Voi tornare in grado veggiamo. Copia grande di Poesie dettò Marianne, molte delle quali videro la luce; ma più molte quelle furono che non la videro. In quelle prime trattò Argomenti, cui diremo comuni; cioè di quelli che più s’usano nella Città nostra: nelle seconde parlò di quelle materie che puramente erano del suo genio. E a queste (tranne alcune poche , e ciò onde soddisfare ad un certo obbligo che ne ammoniva) ci siamo noi appigliati, da veruno ancora non intese, e ciò per due ragioni: l’una perchè in quegli argomenti cui nominati abbiamo comuni, non pochi valenti Poeti de’ nostri giorni


A3 essen-