Pagina:Salgari - Al polo australe in velocipede.djvu/157

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

capitolo xvi. - la partenza pel polo 149


attorno al collo una criniera che è irta; gli occhi grandi, piccole orecchie coniche e lunghi baffi setolosi. Udendoli a ruggire, producono una certa impressione paurosa, ma in realtà, tali anfibi sono timidi, non si difendono che rade volte e soccombono facilmente.

Quegli animali, ignari del pericolo che li minacciava... (pag. 150)

Le femmine, essendo sprovviste di criniera, hanno un aspetto meno formidabile e mentre i primi hanno il pelame più giallo e più rossiccio, esse lo hanno più oscuro e più rado.

In queste foche è rimarchevolissima l’elasticità dei corpi, che permette a loro di prendere le pose più strane. Mentre, infatti, taluni di quegli anfibi stavano rannic-