Pagina:Salgari - Gli scorridori del mare.djvu/68

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


LO SBARCO DEI NEGRI}}


Appena la Garonna fu ancorata, e tutte le vele imbrogliate e rinchiuse negli astucci di tela cerata, il capitano discese nella sua cabina, scrisse una lettera, poi fece chiamare l’ufficiale.

– Ascoltatemi – disse Solilach, consegnandogli la lettera. – Voi vi recherete con una lancia e otto marinai a Santiago e colà domanderete dei fratelli Smaller che sono due ricchi piantatori. Appena consegnata questa lettera e ricevuta la risposta, ritornate immediatamente a bordo.

– Sta bene – rispose. – Contate su di me.

Risalì sui ponte, e si diresse verso prora per ordinare di mettere in acqua la grande imbarcazione. Aveva appena dato il comando quando si sentì battere su una spalla.

Si volse e non poté a meno di fare un gesto di meraviglia nello scorgere il secondo che lo guardava, sorridendo ironicamente.

– Che cosa volete? – gli chiese l’ufficiale senza turbarsi.

– Sapere ove andate ora?

– A terra.

– Davvero? E a far che cosa? – gli domandò il secondo con ironia.

L’ufficiale lo guardò, quasi per domandargli il significato di quell’accento beffardo, poi rispose:

– A portare una lettera.

– Sta bene, andate pure – mormorò il secondo coi denti stretti, poi appena l’ufficiale gli ebbe voltate le spalle, fece un gesto di minaccia, e ritornò al suo posto più cupo di prima.

Intanto i marinai avevano preparato la grande imbarcazione, e stavano aspettando. Poco dopo l’ufficiale comparve sul ponte, discese lestamente la scala e prese posto nella scialuppa. Tosto gli otto remi si tuffarono nelle onde, e la lancia si allontanò rapidamente, dirigendosi verso Santiago.

Mentre l’ufficiale si recava a terra, il capitano faceva dividere gli schiavi a gruppi, onde fossero pronti a venire imbarcati appena giunti i compratori. Con una delicatezza assolutamente sconosciuta fra i negrieri, cercò di unire i mariti colle mogli, e le madri e i padri coi figli.

Formati quei gruppi, di ventiquattro persone ciascuno, fece liberare tutti gli schiavi dalle catene che per tanto tempo avevano portate, poi diede ordine ai marinai di mettere tutte le imbarcazioni