Pagina:Salgari - Gli scorridori del mare.djvu/88

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


– Cosa importa a voi? – rispose ruvidamente il marinaio rizzandosi in piedi.

– Mariuolo! Non vedi che io sono il capitano?

– Che capitano? Non vi sono più comandanti a bordo! – disse insolentemente il marinaio.

– Miserabile! Forse che sei impazzito? – chiese il capitano con violenza.

– E no, signor negriero. Williams Korks non è pazzo; è più probabile che lo siate voi – e così dicendo il marinaio, gli si piantò dinanzi.

– E tu osi dire?... – gridò il capitano furibondo, avventandosi su di lui.

– Che voi siete pazzo, e che nessuno più comanda a bordo della Garonna – disse il marinaio, ghignando.

Il capitano comprese che quello doveva essere il segnale della rivolta. Il suo volto impallidì mentre i suoi occhi schizzavano fiamme. Si gettò sul miserabile, lo spinse addosso alla murata di babordo e afferrandolo pel petto, gli puntò una pistola in faccia, gridando:

– Ripetilo! Ripetilo!

Il marinaio al contatto della fredda canna della pistola, impallidì orribilmente e cacciò un grido di spavento. I suoi compagni, impugnati coltelli ed accette correvano già in suo aiuto.

– Ripetilo! – gli urlò il capitano.

– Siete un...

Il colpo partì. Il marinaio, colpito in piena fronte, cadde fulminato al suolo, prima che avesse terminata la frase.

Il capitano, spumante d’ira e quasi fuori di sé si volse verso i marinai gridando:

– Avanti miserabili! Avanti dunque!...

Un marinaio che precedeva i suoi compagni spiccò un salto verso di lui coll’accetta alzata.

Solilach, vedendoselo venire addosso, fece due passi indietro, raccolse rapidamente una scure che si trovava sul capo di banda, poi s’avventò sull’assalitore più rapido del lampo, menandogli un così terribile fendente da spaccargli il cranio.

A quella vista gli altri marinai indietreggiarono, ma quasi nel medesimo istante dieci o dodici uomini portanti delle torce e armati di barre, si slanciarono sul ponte, gridando:

– Morte al capitano! Morte al negriero!

Il signor Solilach si volse verso quegli uomini che volevano la sua morte ed armò la seconda pistola.

– Morte al negriero! – gridarono tutti gli altri, avventandosi verso di lui.