Pagina:Salgari - I naviganti della Meloria.djvu/49

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Il dottore, invece, tranquillo come se si trovasse ancora nella sua bianca casetta di Sottomarina, non aveva aperto gli occhi un solo istante.

Forse i tre pescatori, vinti i primi terrori, avrebbero continuato a dormire, se un avvenimento inatteso e che doveva avere delle gravi conseguenze non li avesse strappati bruscamente da quel riposo.

Sonnecchiavano da qualche ora, quando tutto d'un tratto un fragore improvviso venne a destarli. Pareva che una gigantesca ondata si fosse precipitata nella caverna, sconvolgendo la tranquilla superficie del lago.

Padron Vincenzo era balzato rapidamente in piedi, gridando con voce tuonante:

– All'erta!...

Il dottore ed i due pescatori che si trovavano più vicini alla spiaggia, cercarono di rialzarsi, ma si sentirono atterrare da un'ondata, la quale, dopo d'essere passata sopra i loro corpi, andò ad infrangersi, con sordo fragore, alla base della rupe.

Quando l'acqua ridiscese la sponda e poterono rimettersi in piedi, una profonda oscurità li avvolgeva.

– Dov'è la lanterna? – chiese il dottore.

– È stata portata via dall'onda – rispose padron Vincenzo.

– Ma cos'è accaduto? – chiese Michele.

– Non saprei – rispose il dottore, che si trovava imbarazzatissimo. – Forse quest'ondata è stata prodotta dall'alta marea.

– O da qualche gigantesca frana? – chiese Vincenzo.

– Può essere.

– Caduta forse nel canale? – chiese Vincenzo.

– Od all'estremità di questa caverna – rispose il dottore. – Noi non conosciamo ancora la vastità di questo lago.

– Andiamo nella scialuppa a prendere un'altra lampada – disse Vincenzo. – Quest'oscurità mi mette indosso i brividi.

– Badate a non smarrirvi.

– Non abbiamo che da scendere, dottore.

Padron Vincenzo e Michele si diressero a tentoni verso la spiaggia, e poco dopo giungevano là dove avrebbe dovuto trovarsi la scialuppa. Trovato lo scoglio a cui l'avevano legata, cercarono la corda.

Ad un tratto un urlo di terrore si sprigionò dai loro petti.

– Cos'è accaduto? – domandò il signor Bandi, alzandosi precipitosamente.

– C'è... che la scialuppa... non vi è più!... – rispose Vincenzo, con voce rotta.

– Non vi è più la scialuppa!... – gridò il dottore slanciandosi innanzi, mentre un freddo sudore gli bagnava la fronte. – È impossibile!...

– Vi dico che è scomparsa!... – ripeté il pescatore, con voce strozzata.

– Gran Dio!... – mormorò il dottore.

Poi si precipitò all'impazzata verso la spiaggia, urtando bruscamente i due pescatori.

– Dov'è lo scoglio? – chiese.