Pagina:Salgari - I solitari dell'Oceano.djvu/101

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


– Ebbene, non ci seguìte? – chiese Sao-King, diventato eccessivamente sospettoso.

– No – rispose il capo della piroga, tentando di sorridere. – Noi scenderemo ancora il fiume per sorvegliare le scialuppe. Non temere però; prima che il sole tramonti noi saremo qui e vi imbarcheremo.

– Non ci abbandonerete?

– A quale scopo? In tal caso non vi avremmo presi a bordo della piroga.

– È vero – mormorò il cinese, un po' rassicurato dall'accento del selvaggio.

Tradusse a Ioao le risposte del capo e vedendo il giovane fare un segno di approvazione credette inutile insistere.

– Vi aspetteremo qui – disse il cinese.

I selvaggi con una spinta scostarono la piroga, ripresero le pagaie e si diressero verso la foce, scomparendo ben presto dietro una curva che descriveva il fiume. Quando Sao-King non li vide più, si volse verso Ioao il quale si teneva ritto su un gruppo di radici, chiedendogli:

– Che cosa ne dite di questo abbandono?

– Era la domanda che volevo farti – disse il giovane.

– Sarò forse troppo sospettoso, ma questa manovra del selvaggio mi sembra poco chiara.

– Anche a me, Sao-King. Che abbiano voluto sbarazzarsi di noi?

– È quello che temo, signor Ioao.

– Ed a quale scopo?

– Volete che ve lo dica? Io ho timore che quei selvaggi siano d'accordo cogli uomini che hanno fatto incagliare la nostra nave.

– Tu lo credi! – esclamò il giovane, impallidendo.

– Sì, e che ci abbiano presi a bordo della loro piroga per diminuire il numero dei difensori dell'Alcione.

– Allora mio fratello, ed il signor Vargas sono perduti!

– Adagio, signor Ioao. Vi sono due cannoni a bordo ed i compagni non sono uomini da risparmiare la mitraglia. Se quei misteriosi uomini bianchi vorranno impadronirsi della nave, troveranno un osso ben duro pei loro denti.

– Tu mi spaventi, Sao-King.

– Signor Ioao, non sono che supposizioni, per ora. Potrei ingannarmi ed aver giudicato molto male quel selvaggio.

– Tuttavia non sei tranquillo.

– Questo è vero – disse Sao-King.

– E vorresti essere ancora a bordo dell'Alcione.

– Sì, signor Ioao, però non precipitiamo i nostri giudizi e aspettiamo il ritorno dei selvaggi. Se riusciremo a giungere al villaggio di Tafua tutto sarà finito e l'Alcione riprenderà la navigazione.