Pagina:Salgari - I solitari dell'Oceano.djvu/157

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


– Facciamo forza di remi; se non facciamo cattivi incontri fra mezz'ora saremo a bordo dell'Alcione.

– Non abbiamo più nulla da temere.

– Anzi, al contrario; avete dimenticato i pirati? Quei miserabili devono sorvegliare la nave.

– Ci terremo al largo dal promontorio, Sao-King.

– Era quello che stavo per dirvi.

Quantunque quasi esausti, si allontanarono dall'isola, onde imboccare la baia a eguale distanza dai due promontori.

Si erano portati al largo circa mezzo chilometro, quando la baia apparve ai loro sguardi.

Un grido sfuggì simultaneamente dai loro petti:

– L'Alcione!

Infatti la enorme massa della nave, si delineava in mezzo alla baia, presso un gruppo di scogliere e di banchi.

Occupava ancora il medesimo posto, segno evidente che non aveva ancora potuto disincagliarsi, anzi pareva che si fosse un po' sbandata sul tribordo.

– Forza, signor Ioao – disse Sao-King. – I nostri compagni sono là!

– Proviamo a gridare! Forse non dormono.

– No, signore! – esclamò il cinese. – Guardate! Ve lo dicevo io che ogni pericolo non era cessato?

Una scialuppa si era staccata fra le rizophore che coprivano le rive del promontorio, avanzandosi verso quella montata dai due fuggiaschi.

– I pirati? – chiese Ioao, impallidendo.

– E cercano di tagliarci la via, signore – rispose il cinese. – Però non è montata che da due uomini e siamo in due anche noi.

– Che ci raggiungano?

– Hanno da percorrere doppia via di noi. Forza, signore, e giungeremo primi all'Alcione.

La scialuppa che dava loro la caccia, era del pari pesante e si era staccata troppo tardi dal promontorio, pure continuava la corsa, spinta da quattro remi robustamente manovrati.

Essendo ancora troppo lontana, non si potevano distinguere le persone che la montavano. Forse invece che pirati erano selvaggi, perché diversamente avrebbero già cominciato a far uso dei moschetti.

Sao-King, curvo sulle pagaie, arrancava con furore, senza perdere una battuta, aiutato alla meglio del giovane peruviano.

L'Alcione non si trovava che a quattro o cinquecento passi, potevano quindi ormai mandare qualche grido ed avvertire Cyrillo e Vargas del loro ritorno.

– Provate a chiamare, signor Ioao – disse Sao-King, senza voltarsi.