Pagina:Salgari - I solitari dell'Oceano.djvu/166

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


– Il vento è buono e le lasceremo indietro. Prima però di abbandonare questo arcipelago e d'intraprendere la traversata dell'oceano, saremo costretti a fermarci in qualche luogo per rizzare almeno un albero di trinchetto.

– Ho due carpentieri con me – rispose Strong. – Approderemo a Tonga o, meglio ancora, a Pylstard.

– Avete molta conoscenza delle isole del Pacifico, a quanto sembra – disse l'argentino un po' ironicamente.

Il pirata sorrise senza rispondere.

– Fate spiegare le vele – riprese Vargas, dopo qualche istante. – Mi sembra di vedere delle piroghe verso la costa.

– Sono quei cani di selvaggi che vengono a reclamarvi – disse. – Cercheremo d'ingannarli.

I suoi compagni e Sao-King, accortisi della presenza delle piroghe, si erano slanciati alle vele, ma spiegarle non era cosa facile, mancando gran parte delle manovre.

– Signor Vargas – disse il cinese. – Quei selvaggi saranno qui prima che noi possiamo lasciare la baia.

– Lo vedo – rispose l'argentino. – Penserà Strong a trarci d'impiccio. Quel birbante deve essere un furbo di prima qualità.

– Ad ogni modo proviamo – disse il cinese, correndo verso poppa, dove i pirati lavoravano ad inferire la randa e la controranda.

I selvaggi, accortisi forse delle intenzioni dei loro alleati, si avanzavano remando furiosamente. La loro flottiglia si componeva di dieci piroghe e tutte assai cariche. A bordo vi dovevano essere per lo meno un centinaio di guerrieri.

– Chi comanderà la flotta? – chiesero Cyrillo e l'argentino a Strong.

– Mua – rispose questi.

– Un capo potente? – domandò Cyrillo.

– Sì ed è un uomo che già voi conoscete. È quello che si era offerto di condurre i vostri compagni sulle coste settentrionali.

– Quel traditore! – esclamò l'argentino.

– Avete dei liquori a bordo? – chiese il pirata.

– Due casse piene di bottiglie.

– E viveri?

– Pochissimi avendo gettato in mare tutte le nostre provviste perché erano state avvelenate.

– Da chi?

– Ciò non vi riguarda – disse l'argentino.

– Basteranno i liquori – disse Strong, rinunciando, almeno pel momento, a chiedere maggiori spiegazioni.

I pirati avevano appena spiegata la randa e la vela di trinchetto, quando le piroghe circondarono da ogni parte la nave.

I selvaggi parevano furiosi. Urlavano come se fossero indemoniati e mostravano con gesti minacciosi le lance e le mazze.