Pagina:Salgari - I solitari dell'Oceano.djvu/239

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


gli altri si erano diretti verso il bosco mettendosi a raccogliere della legna secca.

– Che siano sbarcati per far colazione – chiese Sao-King. – Sarebbe una vera fortuna per noi.

– A me pare che non siano nemmeno indigeni di quest'isola – disse Joe. – Mi sembrano piuttosto papuasi.

– In tal caso s'imbarcheranno dopo d'aver mangiato – disse Ioao.

– Lo spero anch'io signore. Ma... toh!... Cosa spingono fuori dalle loro canoe?

– Un uomo legato – disse Sao-King.

– Un bianco – esclamò Ioao, con viva emozione. – Non lo vedete?

– Mille fulmini! – mormorò Joe. – Un europeo! Dove hanno preso quel povero uomo?...

Ad un tratto Sao-King mandò un grido di stupore.

– Io conosco quell'uomo? Signor Ioao guardatelo... guardatelo attentamente!

– No... non è possibile! Il bandito biondo?

– Sì, signor Ioao, quello che ci ha condotti nella caverna? È lui! È lui!

– Non può essere, Sao-King! Quell'uomo deve essersi annegato saltando in mare dalla murata dell'Alcione. Eppure somiglia a lui... sì, Sao-King. È il bandito biondo.

– Ma di quale bandito parlate? – chiese Joe che non capiva nulla.

– Quando abbiamo abbordato l'Alcione dopo la scarica, non avete veduto uno di quei bricconi saltare in mare? – chiese Sao-King.

– Sì, me lo ricordo.

– L'uomo che i selvaggi trascinano è lui.

– Come può essersi salvato quel birbaccione! – esclamò Joe, stupito.

– La spiegazione non mi sembra difficile – rispose il cinese. – Avrà preso il largo nuotando sott'acqua come un pesce e sarà stato più tardi raccolto da quei selvaggi.

– Tuttavia compiango la sua sorte – rispose Joe. – Mi pare che quei selvaggi si preparino a metterlo allo spiedo.

– E lo lasceremo divorare così, sotto i nostri occhi? – disse Ioao.

– Era già votato alla morte – rispose Joe. – Appiccato o mangiato mi pare che sia la stessa cosa.

– No – disse Sao-King. – Quell'uomo può essere più utile a noi che a quei mangiatori di carne umana.

– Ed in qual modo? – chiese Joe.

– Facendogli confessare dove sono il signor Cyrillo ed il signor Vargas.