Pagina:Salgari - L'Uomo di fuoco.djvu/165

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


scoppiare? E poi non siamo inermi, ringraziando Iddio e le munizioni non ci mancano.

– Non fermiamoci, signore – rispose Diaz. – Approfittiamo per frapporre fra noi e quelle canaglie il maggior spazio possibile. Corrono come cervi e quando avranno costruito un ponte, ci daranno una caccia furiosa, senza lasciarci un momento di tregua.

– Il ponte non l'hanno ancora costruito.

– Lo faranno, non dubitate. Si sono cacciati in testa di prendermi e non mi lasceranno, ve lo assicuro. Gambe, signore e avanti finché avremo forza.

– Briganti! – esclamò Alvaro che era di assai cattivo umore. – Potevano giungere a pranzo finito!

Ripresero la corsa, inoltrandosi sempre più nell'interminabile foresta la quale diventava sempre più folta e più selvaggia e la continuarono fino a che si sentirono incapaci di fare un passo più innanzi.

Tutti tre, specialmente il mozzo, erano completamente esausti.

– Prendiamo un po' di riposo e consigliamoci – disse Alvaro. – Abbiamo percorso una mezza dozzina di miglia e forse gli eimuri non sono ancora riusciti a costruirsi il ponte ed a valicare il fiume. Non devono essere troppo abili in simili costruzioni quei bruti. Che cosa ne dite, Diaz?

– Che pel momento siamo al sicuro – rispose il marinaio. – Il fiume è largo e un albero di quaranta o cinquanta metri non si abbatte facilmente con delle scuri di pietra o di conchiglia. Però domani o questa sera saranno qui di certo.

– E siamo ancora lontani dai villaggi dei tupinambi?

– Almeno sei o sette giorni di marcia, dovendo noi descrivere un lungo giro per evitare l'incontro col grosso degli eimuri.

– Diavolo! – esclamò Alvaro. – Sette giorni e di fuga continua! Potremo noi resistere?

– Sarà necessario, se non amate meglio farvi divorare – disse il marinaio.

– Non potete trovare qualche altro rifugio?

– Un rifugio! Hum! Sarà un po' difficile e poi, sarebbe sicuro? Quei dannati selvaggi, quando si attaccano ad una pista, non la lasciano più. Sono più abili dei cani. Bisognerebbe trovare un altro fiume o meglio ancora una palude od una savana sommersa.