Pagina:Salgari - L'Uomo di fuoco.djvu/273

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Enfiato ve la leverà. Aspettate fino all'alba perché se il sacco non viene levato intero e si rompe si svilupperà un'ulcera maligna che vi rovinerà i piedi per parecchie settimane.

– Una pulce avete detto?

– Che è comunissima qui e che non risparmia nemmeno i piedi degl'indiani. Non si sa il perché si caccia di preferenza nelle dita e se è una femmina vi si annida, formando entro la carne un minuscolo sacchetto che raggiunge le dimensioni d'un pisello entro cui deposita le uova. Guai se non si leva a tempo; come vi dissi il piede corre il pericolo di venire rovinato. Accampiamoci sotto questa pianta e aspettiamo che il sole si alzi.

– Che i battellieri della piroga ci abbiano inseguiti?

– Se Rospo Enfiato è tranquillo, vuol dire che nessuno ci minaccia.

Infatti l'indiano non dava alcun segno di essere inquieto. Appoggiato al tronco d'una palma aspirava beatamente un pizzico di paricà, guardando distrattamente le splendide vaga lume, quelle superbe lucciole dei boschi brasiliani, che volavano a ondate fosforescenti, ora abbassandosi verso il suolo ed ora innalzandosi fino alla impenetrabile vôlta di verzura.

Quando l'aurora spuntò, diffondendo sotto gli alberi una dolcissima luce rosea, Rospo Enfiato che era già stato avvertito dal pyaie bianco dell'inconveniente che aveva colpito Alvaro, andò a levare alcune spine da una palma carà scegliendo con cura quelle che avevano la punta più sottile.

Il marinaio fece cenno al portoghese di levarsi le scarpe e di denudare i piedi.

– L'operazione sarà rapida e niente dolorosa – disse poi. – Levato il nido della chique potrete riprendere la marcia senza provare disturbo alcuno.

L'indiano esaminò i piedi d'Alvaro e mostrò su entrambi due piccolissime rigonfiature.

Prese una delle spine e con destrezza meravigliosa e senza che il portoghese provasse quasi dolore, strappò una dietro l'altro tre granelli grossi come piselli che gettò via.

– Le pulci avevano trovati i vostri piedi più adatti per deporre le loro uova – disse Diaz, sorridendo. – Il sangue bianco conviene