Pagina:Salgari - La Città dell'Oro.djvu/146

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


X.

Fra i pecari e le mosche-cartone

Cenato in fretta, si concertarono tosto per impedire ai nemici di prendere il largo e di risalire la grande fiumana.

Yaruri, il più valente di tutti nel dirigere la scialuppa, fu incaricato della vigilanza della foce del Cassanare incrociando anche nell'Orenoco; Alonzo, della sorveglianza d'una penisola che si estendeva per lungo tratto nel fiume e che doveva, da quel posto, tenere d'occhio un grande tratto di sponda. Raffaele e Velasco s'incaricarono di vigilare i due margini dell'immensa foresta.

Visitate le armi per essere più certi dei loro colpi, i tre bianchi si recarono nei luoghi indicati, portando con loro una coperta per difendersi dall'umidità della