Pagina:Salgari - La Città dell'Oro.djvu/357

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Il tempio del sole 349

ha detto a loro che voi non dovete morire e lo obbediranno.

— Ma dove si farà questa festa?

— In questo tempio che è dedicato al Sole.

— E ci lascerà ritornare al nostro paese liberi?

— Sì, poichè noi così abbiamo voluto, in compenso della nostra fedeltà.

— Grazie, miei buoni amici — disse don Raffaele, tendendo a loro le mani. — Ma la Città dell’Oro non potremo vederla noi?

— Forse, dall’alto della montagna. Addio padrone: a domani.