Pagina:Salgari - La Stella Polare.djvu/42

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


– E nessuno danneggerà i nostri depositi?

– Non vi sono abitanti nella Terra di Francesco Giuseppe – rispose Andresen. – Almeno Payer, tenente della marina austriaca, che pel primo corse quelle isole, non ne vide mai, e nemmeno il nostro Nansen che rimase colà parecchi mesi.

– E gli orsi? – chiese Petigaux.

– Oh non crediate che siano così numerosi da incontrarne uno ad ogni passo.

– Però ve ne sono.

– Sì, e ne cacceremo più d'uno. La loro carne è eccellente e varierà la minuta di bordo. Signori miei, tocca a me il quarto. Riprenderemo un'altra volta la nostra conversazione.

Mentre a bordo passavano il tempo discorrendo, la Stella Polare, abilmente guidata dal capitano Evensen, filava con discreta velocità