Pagina:Salgari - La capitana del Yucatan.djvu/135

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Donna Dolores, io credo che per noi la sia finita e che nemmeno mastro Colon possa salvarci.

– Gl'insorti conoscevano certamente l'esistenza di questa galleria? – disse la marchesa, la quale aveva conservata ancora una calma ammirabile.

– Sembra che non la ignorassero.

– Che abbiano occupata anche l'altra estremità, verso le casematte?...

– Di certo, donna Dolores.

– Cosa intendi di fare, Cordoba?

– È a voi che lo chiedo.

– Se provassimo a forzare il passaggio? – disse il soldato.

– Ci esporremmo a delle gravi perdite senza alcun risultato – rispose il lupo di mare. – L'uscita della galleria è stretta, quindi facile a difendersi, mentre noi dovremmo sostenere un vero fuoco di fila e senza ripari.

– Allora non ci rimane che di arrenderci – disse la marchesa, coi denti stretti.

– Non così presto, donna Dolores. Abbiamo ancora qualche speranza.

– Quale?...

– Che il nostro marinaio possa giungere presto a bordo del Yucatan e che accorra in nostro aiuto con mastro Colon.

– È partito da sole quattro ore, mentre siamo così lontani dalla nostra nave – disse la marchesa, con accento scoraggiato. – Bisognerebbe resistere almeno tre giorni, ammesso che il marinaio non si smarrisca nella grande foresta e che poi possa ritrovare il fortino.

– Cercheremo di non lasciarci prendere prima dell'arrivo dei soccorsi, donna Dolores. La galleria ha parecchie curve facili a difendersi; se noi non possiamo uscire, nemmeno gl'insorti possono entrare, senza sacrificare un bel numero d'uomini, essendo noi ancora ben provvisti di munizioni.

– I viveri ci mancano.

– Io posseggo due biscotti e li offro a voi: in quanto a me, stringerò la cintola ogni volta che il mio stomaco reclamerà la colazione o la cena.

– E noi, signor tenente, siamo pronti ad imitarvi per conservare la preziosa esistenza della nostra Capitana – dissero i marinai.

– E possedete? – chiese Cordoba.

– Tre altri biscotti ed una fiaschetta d'acqua mescolata con un po' di rhum.

– Come vedete, donna Dolores, i viveri abbondano per voi – disse Cordoba, ridendo. – Con cinque biscotti e qualche sorso d'acqua, potete resistere, alla meno peggio, due o tre giorni.

– E voi credete, miei valorosi, che io possa accettare? – disse la