Pagina:Salgari - La capitana del Yucatan.djvu/220

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


– L'ho preparato io; spero che voi farete onore a ciò che può offrire una povera prigioniera.

– Non lo siete mai stata di fatto, marchesa – rispose il capo degl'insorti di San Felipe. – Voi non potreste lamentarvi di eccessivi rigori da parte mia.

– È vero signore e vi sono riconoscente.

– Non ringraziate me; io non ho fatto altro che obbedire agli ordini ricevuti dal capitano Pardo.

– Un capitano assai cortese difatti – disse Cordoba. – Non ho mai trovato un gentiluomo così perfetto quantunque a prima vista non lo sembri. Signora marchesa, eccellente questo caffè, in fede mia. Spero di berne un'altra tazza domani mattina prima della partenza.

– Partiamo adunque, signore? – chiese donna Dolores.

– All'alba.

– Col capitano Carrill?...

– Ed i quattro marinai del vostro Yucatan. Abbiamo già trovata una comoda scialuppa.

– E andremo dal capitano Pardo?...

– Sì, marchesa e... Toh!...

– Cosa avete? – chiese Guaymo, vedendo il tenente ad alzarsi bruscamente e dirigersi verso la finestra.

– Mi è sembrato di veder balenare un lampo sul mare.

– Un razzo forse?

Il capo degl'insorti si era alzato per accostarsi alla finestra, ma contemporaneamente si erano pure alzati i due marinai. Questi si scambiarono uno sguardo, poi tutto d'un tratto, mentre Cordoba chiudeva rapidamente le imposte, piombarono su Guaymo atterrandolo con due pugni tremendi.

Il povero uomo, stordito e forse mezzo accoppato, era caduto fra le loro braccia.

– Ecco fatto, tenente – dissero i due robusti garzoni.

La marchesa era balzata in piedi, esclamando:

– Non uccidetelo!

– Non è necessario, donna Dolores – rispose Cordoba. – Noi lo imbavaglieremo e lo legheremo per bene. A me basta che fino a domani all'alba non ci dia delle noie.

– Quale audacia la tua, mio bravo Cordoba! – esclamò la marchesa. – Ed il mio Yucatan?

– È qui.

– Qui!... Il mio Yucatan qui!...

– Fra due ore voi sarete a bordo, donna Dolores.

Poi vedendo che la marchesa apriva le labbra per tempestarlo forse di domande, le disse:

– A più tardi maggiori spiegazioni; ora si tratta di agire se vogliamo prendere il largo.

– Fuggiremo, Cordoba?...