Pagina:Salgari - La capitana del Yucatan.djvu/271

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


– Sì, Cordoba: mi sembra di vedermelo dinanzi agli occhi.

– Il faro sarà forse spento.

– Lo temo, ma forse vedremo qualche segnale.

– Badate all'isola Smith che si trova in mezzo al canale.

– So dove si trova; passeremo a levante dell'isola.

– Donna Dolores!...

– Cordoba!...

– Ecco le prime navi!... Stringete sotto la costa!...

Dei fanali si scorgevano alla distanza di forse un miglio, e si vedevano scorrere velocemente sul mare, cambiando di frequente rotta. Certamente degli incrociatori perlustravano quel tratto di costa, temendo forse che qualche nave spagnola tentasse forzare il blocco o che le navi dell'ammiraglio Cervera uscissero improvvisamente da Santiago per scagliarsi contro le corazzate nemiche.

La Capitana, misurata a colpo d'occhio la distanza che la separava da quei primi avversari, strinse ancora verso la costa onde confondere la sua piccola nave colle sponde coperte di boschi e difese dalle scogliere. Stava per dare ordine a Colon per scandagliare il fondo, quando verso Santiago si videro alzarsi e scoppiare a grande altezza dei razzi, spandendo all'intorno miriadi di scintille, poi fra le tenebre brillare un punto luminoso.

– Ci attendono!... – esclamò Cordoba. – Hanno acceso il faro del canale!...

– Sì – mormorò la marchesa. – Ci fanno segnali onde possiamo imboccare la baia.

Ad un tratto verso l'altomare si videro dei fasci luminosi stendersi rapidamente sulle onde, correre, intrecciarsi, cambiare bruscamente direzione, quindi illuminare il faro di Santiago e la massa imponente del forte del Morro giganteggiarne all'entrata del canale.

Uno di quegli sprazzi, più potente degli altri, proiettato forse da una delle più gigantesche navi americane, procedeva lentamente da levante a ponente, illuminando la costa che dall'imboccatura di Santiago va verso il Puerto de Mota.

Continuando in quella direzione, in pochi minuti doveva raggiungere l'Yucatan che gli muoveva incontro.

Cordoba, accortosi del pericolo, aveva mandato un grido di rabbia.

– Mille pescicani!... Stiamo per venire scoperti!...

Un sordo mormorìo, misto ad imprecazioni, s'era alzato fra l'equipaggio che giaceva disteso sulla coperta ed alcuni uomini si erano levati sulle ginocchia stringendo le armi.

Donna Dolores era diventata pallida. Quel fascio luminoso procedeva sempre, correndo incontro alla piccola nave. Un rapido comando le uscì dalle labbra: