Pagina:Salgari - Nel paese dei ghiacci.djvu/223

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

capitolo viii — fra le nebbie ed i ghiacci 195


più profonda. Ormai gli uomini di poppa a malapena riuscivano a distinguere quelli che si trovavano a prora. Solamente i grandi ghiacci, gli ice-bergs, ed i palks si discernevano fra la caligine per la loro bianchezza abbagliante, ma non sempre a tempo per evitarli, e la Shannon correva il pericolo di andare a spaccarsi contro qualcuno di quei giganti polari.

Già tre volte aveva evitato degli incontri mercè una rapida manovra appoggiata da un buon colpo di barra, quando verso le sei del pomeriggio, nel momento in cui la nebbia diventava un po’ meno densa, una montagna di ghiaccio immensa apparve bruscamente dinanzi al veliero, sbarrando la via.

Solamente gli uomini di prora l’avevano scorta ed avevano potuto gettare un grido d’allarme:

– Padron Tyndhall!... Andiamo a infrangerci!...