Pagina:Salgari - Nel paese dei ghiacci.djvu/92

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
80 i naufraghi delle spitzberg

CAPITOLO X.

Trascinati al Sud


Il Maëlstroml wacke, spinto dal vento e trascinato dalla corrente, continuava ad allontanarsi dalle Spitzberg, seco trascinando la Torpa, la quale ormai non poteva più liberarsi da quella stretta.

Il tempo continuava a mantenersi cattivissimo ed il freddo aumentava sempre. Le nebbie coprivano il cielo facendo delle frequenti discese, la neve continuava a cadere senza posa aumentando considerevolmente il volume del grande banco ed il mare era sempre agitatissimo.

Enormi ondate correvano dal nord-nord-est al sud-sud-ovest, sgominando le barriere dei piccoli ghiacci e trascinando con loro degli ice-bergs di dimensioni colossali, ma il wacke non si scuoteva nemmeno e sfidava intrepidamente i furori dell’Oceano Artico.

S’avanzava tranquillo, abbattendo, colla sua massa, tutti gli ostacoli che incontrava, senza arrestarsi un solo istante. I suoi margini, che dovevano avere uno spessore di molti metri, rovesciavano ogni cosa: ice-bergs,