Pagina:Salo - Statuti criminali et civili della riviera, 1626.djvu/52

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


sT (iTVTI CRIMINALI. & compiuta detta elettk)nè,^n<^p^menteelettiakrtfei>^j^enutoefìssz^vxès^&^sssn di olferuar gli ‘"^ f ““f4^g> rar P ne lle mani del Sindico, e Deputaci di pia nel prmc pio d ^,, S f uo officio vachi per annicinque. d ‘ CteoeniMaffarolo fi] tenm° dar idonea ficurti di conferuar» peg>a>, gassassi sa.w»»-* ’” fi *»*•*• ihtromifsionario,ò laudo; maeffettualm ^ fe i detti pe£t che non poffa procedere ad alcun jontodp g, coa. gni non faranno ftati prima nelle Mcxo del ^W?^p ol |incan t a^ tinoi, dopo la prefentatione dtefsi, & f uo no^iella Tromba in tre gli; & ciò publicamente premeffo & così deliberar giorni giuridici,•&non fenza manda ricuperarli: & fii tenuquelli contermine di giorni quindici jj tor j infieme con le fpefe. to immediate, ciòfatto** fodisfare alli " r h ff^^ru d credito, fii obliEt fe faranno incantati di più di quello,:: nt ^ rm i ne di giorni quinsssfiKStóssr, t4r • L - niSSt «sfa Le Vedi frutte perla metàdefgiufto prezzo*. Voglio per il fettimomancodelgiuftoprezzo. ri vino &ofauelli, per il terzo manco del. giufto prezzo. II Vino, K oiauem, p ilquarto manco del giufto prezzo. Et gli Incantatori detti pegni,(tino tenuti, lafciar quelli, in alcuna cala,, ^®y?*®^,| aBbSSSSS&!ES£&B5^lM2SB^ & datti Deputati dèli a. Commutile*,, fecondo fora, bifogno dl m ‘