Pagina:Sarpi - Lettere, vol.1, Barbèra, 1863.djvu/63

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

LETTERE


DI


FRA PAOLO SARPI.





I. — A Monsignor Luigi Lollin.1


Ho sentito piacer grandissimo che il padre Fulgenzio abbi servito V. S. illustrissima conforme al suo debito e mio desiderio, e mi ritrovo molto obbligato per li favori che s’è degnata farli a mia contemplazione: quali abbenchè sieno molti, non mi ritirano dal supplicarla per altri nuovi; perchè in quest’anno il convento nostro di Asti è fatto stazione di molti amici miei, persone che per molte loro buone qualità sono meritevoli della grazia e servitù sua. Vengono al presente portatori di


  1. Inedita. Dagli Archivi di Venezia. Il Lollino, a cui il Sarpi scriveva questa e più altre lettere, fu uomo assai dotto, nato nell’isola di Candia e, nel 1595, creato vescovo di Belluno. Di lui si hanno alla stampa più opere, e vuolsi che somministrasse materiali al Baronio per la compilazione de’ suoi Annali ecclesiastici. Fu molto amico dello storico Andrea Morosini, del quale scrisse la Vita.