Pagina:Satire di Tito Petronio Arbitro.djvu/9

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

ix


Vincenzo Lancetti nacque a Cremona nel 1767 e venne a Milano co’ suoi nel 1780. D’ingegno facile e versatile ebbe quella curiosità che lo trasporta per tutti i sentieri della scienza e talora nol lascia mai fermarsi in uno studio e riuscirvi eccellente. Giovanni Gherardini, prima d’essere un gran filologo fu medico; il Lancetti prima d’essere un polistore fu chirurgo. Curioso anche di novità o meglio desideroso del progresso politico consentì co’ novatori francesi e ne seguì la fortuna. Nel 1799 emigrò in Francia; tornò con loro in Italia, s’impiegò in cose di governo e singolarmente presso il Ministero della guerra del primo regno italico. Caduto Napoleone, e venuta questa nobile terra in man dell’Austria, il Lancetti fu custode dell’Archivio militare del caduto governo, e come quel deposito fu trasferito a Verona,