Pagina:Saul.djvu/76

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
72 SAUL

160 Dolce non men, che gloríoso. Il vostro,
Già da gran tempo, irrevocabilmente
Dio l’ha fermato: Abner, e tu, di spada,
Ambo vilmente; e non di ostile spada,
Non in battaglia. — Or vadasi. — D’Iddio
165 Parlate all’empio ho l’ultime parole,
E sordo ei fu: compiuto egli è il mio incarco:
Ben ho spesa la vita.

SAUL

Or via, si tragga
A morte tosto; a cruda morte, e lunga.


SCENA V.


 

SAUL, GIONATA.



GIONATA

Ahi sconsigliato re! che fai? t’arresta....

SAUL

Taci; tel dico ancor. — Tu se’ guerriero? —
Tu di me figlio? d’Israél tu prode? —
Va; torna in Nob; là, di costui riempi
5 Il vuoto seggio: infra i levitichi ozj
Degno di viver tu, non fra’ tumulti
Di guerra; e non fra regie cure....

GIONATA

Ho spento