Pagina:Scienza - Li Meravigliosi Secreti di Medicina, 1618.djvu/103

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


DI MEDICINA. 51 feccia, et orina. Imperoche agevolmente caccia egli fuori tutte queste superfluità, di modo che cosi è egli medicamento purgativo di tutto il corpo, ancora che la sordidezza fusse nell'ossa. Vale ai thisici di poca speranza: anzi habbiamo veduti di quelli sanati da questo medicamento, della cui salute più non si sperava. Giova al male caduco di longo tempo contratto, di modo che non ritorna il parosismo se non per lunghi intervalli, di tempo: ma il venuto di nuovo sana egli perfettamente, nè lo lascia più ritornare. Conferisce alle podagre, e a tutti gli altri dolori delle giunture, et alle durezze del fegato, e della milza. Questi sono gli effetti particulari dell'aceto scillino. I communi sono infiniti, per i quali ci siamo commossi a scrivere di questo salubre medicamento, a beneficio di tutti." Questo è quanto si trova scritto nel terzo libro di Galeno di quei medicamenti, che facilmente si possono apparecchiare. Appresso questo nell'istesso luogo dice, che il vino scillino bevuto conserva l'huomo in sanità. Imperoche assotiglia gli humori, e specialmente la flemma, nè la lascia moltiplicare nello stomacho nè nel ventre, nè nel corpo, nè nel fegato, nè nella milza, nè nelli nervi, nè nell'ossa, et cosi fa d'ogni altro humore viscoso, et atto ad oppilare di modo che risolve ogni cosa. Solve et lenisce il corpo, provoca l'orina, e caccia con essa le superfluità. Purga di tal maniera la testa, che il naso resta del tutto asciutto. Et commodo medica- mento,

D 2

Vino scillino et sue virtù.