Pagina:Scienza - Li Meravigliosi Secreti di Medicina, 1618.djvu/152

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


100 SECRETI! quell’acqua diueti di fàffèr bruschetto,c che quel brufco flagrato, e non offenda la bocca, acciò il d babino lo pigli uòletierì,e quanto più farà gradi et il fanciullo,tatopiufate fia brufebettàdetta ac. n< qua,ma in tal modo ch’ella fi poffa bere: e di qJU ne darete ogni -volta ch’egli vorrà bere,emaffw me la notte, qnad’effi hàno maggior fete,enÒ uo ledo egli bei e,pefferc quafi morto,mudategliene vnpocof uultagiàpcr Ingoiale co fi continuati jy infimo che fi conofe a manifefto migliorameto, j»ogijo Et auertite anco, che Voglio di vitriolofa il mt di vitrio defimo effetto, che ql di folfo,et il medefimo falò ha le pere, qtiàdo ch’egli è operato,ma mole e fiere in medefi maro quantità, p effere molto più gagliardo. Io tiì che m colutofcriuere qflo rimedio informa di lì quelle quote,ouèto d’acqha,pgiouare non folameteaì £he dd fanciulli,i’qualif non màgiare cofa alcuna, firn

  • ° ■ trifcoHò foli di bere, ma anco gqjli che fono ma j

giort, iquali p la granella del male no poffono, onero no itogliono pigliar cofa che fia fodat’Npn ni fcriuerò al prefenre altri fec retip li vermi, j che mi parerebbe ufeire fuori del Aouere col mio precettore,ma bafliui alprefente qfiò folo,urt al tra uoltaffemi farà còceffo, dirò che fopra di tal infermità che marauigliar faràno ogni per fona A far il detto oglio di folfo,per guarire le fopn dette infermità, e molte altre «che fi diran> no. Cap Xvl. dtefare dal vetraiovna campana dì ueìro JL grónde quanto fi pub fare perciò che quatti -&W * ‘ itila.