Pagina:Scienza - Li Meravigliosi Secreti di Medicina, 1618.djvu/158

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


i®(? SEC R» E T I fdfornello faccio’detto orinale più fi rifc aldi; e! come comincia a b&Hire, cefi continuate il fuoco facendolofuaporar tanto, quanto che vorrete I nè redi gagliardo;? fuaporandolo molto, vi refieragagliardi fiimo, ilquale feriate in ampolla di vetro ben turata con cera. Quefio è Foglio da noiritrouato, ilquale è molto più facile,, e fe ne cairn più che non farebbe ne gli altri modi, che ordinariamente fi vfano. Ma alprefentenoi lo noTri- Gabbiamo fatti, raccogliendo quella prima {lem sreaati ma che già di primo èfiata buttata via, e faenza farlo altrimenti fuaporare nell’orinale, e fen^a anco farlo imbianchare,per rioche in ogni modo Ci bifognaua temperarlo, e ci èriufeito beniffu mo,e quefio è ilpiù facile modo di tutti. Dia volendolo imbiàchire, acciò ve ne entri più nel liu to come già dettofil metterete al fole nei giorni caniculari iperciochein quefio modo verrà mol So più bianco > che mettendo Lo nel forno, douefi cuoce il pane JLUnni altri fanno bollire il vetriolo inacqua eemmune, edifioluto che egli è, lometteno in vn colatoio, e quindi efee fuora vn acqua verde; laquale mettendola in vriorinale a fuaporare, come di fopragidfi è fatto, U ritornano in corpo, il quale pcfto pofeia all’arde le fc*e te fole; ouer nel forno,ac ciò s’im biechi, lo rimet eie dei teno in vetro ben lutato,il quale accomodato in fanno ° f orno di reuerbero,necauano foglio.Le facci e di ^mirabili quefio vetriolo purgato,&anco di quelnopurstìfetù..iato,che vi fono r marie dentro nel lutto, dopò