Pagina:Scienza - Li Meravigliosi Secreti di Medicina, 1618.djvu/200

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


ferite 4Ìi capo come il snedica so. Con tra i chirur giciche biaiìma no Hip. ferace SEGRETI li che marauigliofamente opera, vfandolo comsy, già fi è detto, medicando dette ferite due volte ’ il giorno,vngendo anco le parti vicine.Tfon di, menticandofiche deueno fempre efjerprima fau ^ te le euacuationi vniuerfali; ofieruando ancor! con efie lefei cofe non naturali, e maffime nelle j rotture di capo quando Toffòèfcoperto,vfan- ’ do etneo aUhora la dottrina d’Hippocrate nel li- ^ èro delle ferite di tetta, ilquale vuole eperfua- ■ n de, che in tal cafofi venga a r affare, e bucare detto ofjo, & ancor chenclVofo non fi vegga j alcuna lefione, purché da cofa che ammoccbì f fia fatto talfcoprimento d’ofto, dice & afferma che almeno fi debba rafebiare, s’altro non vi ap j parifiè. Taccino dunque quelli chirurgici nofira li i quali dicono & vogliono che tale operatone nt non fi debba fare, dicendo che fe l’Hippocratru )£l fufje in quetti tempi nottn,forfè che fe gli fa- ( _ rebbe mutato Thumore a fcriuere fimil docume -1 ti, e fendo che hoggidì fiano mutati i tempi, e le, a complefiom de gli huominicerto che efji dicono ^ il vero, attefo che illor ceruello fi è mutato fotte lt fopra,dicendo & allegando fi vane;e varie loro e fantafie, lequali fon o contra la ragione, e il do - T( nere di tutta la medicina _>., a Giouerà dunque q uè fio nofiro oglio nelleferi T j teche già detto h abbiamo, & anco a qual fi yogita piaga accompagnata co alcuna in tepcrie, o calda,o fredda,o humida,o fecce,peioebe egli cì mo.ee* & e,meda qual fi voglia humore, ejfualf, voglia