Pagina:Scienza - Li Meravigliosi Secreti di Medicina, 1618.djvu/89

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


DI MEDICINA. 37

che quelli, che gli usano, o veramente non hanno di bisogno, over havendolo, gli adoperano troppo spesso, et troppo gagliardamente, volendo in un tratto ridurre la natura di uno estremo in un' altro, del che se ne sentono più presto male, che bene, overo alcuni altri quando gli adoperano, credo già per estrema vecchiaia habbino già perso affatto il cervello, onde questi tali non vedendo tal rimedio in pochi giorni, overo in poche hore miglioramento manifesto, et altri per haverlo visto troppo eccessivamente, subito lo biasimano, non considerando i rimedij essere come il vino, pane, et altri cibi, i quali pigliati proportionatamente, et a suoi tempi, sogliono giovare, et pigliati fuore del suo odore, nuocono infinitamente, acciò tutto questo vi sia manifesto, ditemi di gratia che cosa più venenosa vi è, che la ripienezza del pane, il quale è cibo nostro familiare? dicesi ogni repletione esser cattiva, ma del pane pessima, il che manifestamente si vede nelle estreme carestie. Et che cosa diremo del vino? che bevuto moderatamente é il più ristoratiuo rimedio del corpo humano, che ritrovar si possa, e similmente bevuto inacquato honestamente dà, e conserva la vita a sani, risuscita quasi i morti, ma bevendolo in maggior quantità, fuor del suo dovere, fa perdere la memoria, perturba i sensi, indebolisce i nervi, induce tremore, paralisia, apoplesia, scotomia, vertigine, retiramento di nervi, cecità, C 3 for-

Remedio della memoria deve esser proportionato in quantità al patiente.

I buoni cibi perche nuocono.

Il vino giova e nuoce.