Pagina:Sella - Plico del fotografo.djvu/267

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

parte seconda. 245

(Na0,S’0’) h- AuCl‘ 4UO = 2(Na0,S’0») ÀuO,S’0’ SfNaO.S’O 1 ) -► ilIO +■ 3NaCI.

11 cloruro d’oro si prepara introducendo dell’oro nell’acqua regia: Au-♦-N0:l -»-3HCI=AuCl 3 -♦-i;^0-^•N0,. Nel fare quest’operazione quando nou si ha dell’oro puro si prende dell’oro monetario, il sale evaporato a siccità viene fallo sciogliere in acqua distillala, acidulato con acido cloroidrico, e trattato con una soluzione di solfato di protossido di ferro. La polvere che si depoue si lava bene con acido cloroidrico dilungato e forma l’oro puro, che si adopererà a far la soluzione.

Questo sale viene spesso falsificato ed è utile che il fotografo possa prepararselo. Nel Photographisclies Ardite del 1 861 (o), trovasi descrìtto con tutti i suoi dettagli il procedimento per ottenerlo.

Si tratta una moneta d’oro con acqua regia. Quando la soluzione è fatta è verdastra pel rame che contiene. La polvere nera che si trova al fondo è cloruro di argento. Questa soluzione si fa evaporare in capsule di porcellana sino a che abbiano cessato di svilupparsi vapori acidi. Dopo si scioglie, si filtra, e si aggiunge, a goccic, una soluzione di carbonaio di soda, sino a che si forma un precipitato di carbonato di ossido di rame, onde saturare tutto l’acido nitrico, si aggiunge qualche goccia di acido muriatico per far nuovamente sciogliere il precipitalo. Dopo si aggiunge alla soluzione una soluzione filtrata e ben limpida di solfato di ferro, agitando il miscuglio. L’oro si depone in forma di polvere bruna, si lava questa polvere con acido muriatico, e poi con acqua distillata sino a che essa non produca più alcun coloramento con una soluzione di prussiato di potassa giallo. L’oro puro, che così si ottenne, si tratta con acqua regia, si fa evaporare a siccità, a calore lento, ed il sale ottenuto sarà cloniro d’oro puro. Se si riscalda troppo a lungo ed al calore di 1 50’C una parte dei cloro si evapora, non rimane che un cloruro d’oro di color giallo AuCI che si decompone in oro e bicloruro d’oro quando si scioglie nell’acqua. Quest’ultimo cloruro non conviene al fotografo.

(a) Photographischcs Jrchlv — Monadiche Berichte uber den Fortschritt der Photographie — unter Mitwirkung von Dr. Schuauss hi rausgegeben von P. Liesegaug. Berlin.