Pagina:Serao - Fior di passione.djvu/206

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
206 duetto di salone


sposato, non piange più, non freme più, non impazzisce più, crede alla mia virtù, crede al mio amore, crede alla propria onnipotenza...

— Ebbene, questo non basta? Non è questo l’amore?

— ....no, viene un giorno che questo non basta. Di fronte alla placida indifferenza dello sposo, dinanzi alla sua regale aria di conquista, la donna prova un senso di irritazione...

— Il matrimonio è la pace, Giovannina.

— No. L’irritazione cresce quando quest’uomo trascura poco a poco tutti i mezzi per sedurre sua moglie, tutti i mezzi per piacerle, tutti i mezzi per essere verso lei il più bello, il più nobile, il più intelligente, il più innamorato fra gli uomini...

— La moglie non è l’amante, Giovannina.

— Che ne sai tu, fanciulla tranquilla ed inconscia? Io so che Luigi mi amava prima del matrimonio e spasimava per ottenere