Pagina:Serao - Fior di passione.djvu/25

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

novelle d'amore 25


— Amicizia e pietà.

— Voi altre donne siete infami.

— Povero Fulvio! — fece ella, con molta dolcezza.

— Vi proibisco di compatirmi. Dovete amarmi, capite? Questo sono venuto a dirvi.

— Non posso amarvi.

— Dovete. Ho il diritto di esser amato. Ah voi credete che sia nulla la esistenza di un uomo? Credete che sia nulla passare accanto a un uomo e togliergli tutto? Credete che sia nulla farlo agghiacciare di freddo e farlo avvampare, dandogli una febbre che mai non si placa? Credete che una donna possa impunemente guardare con dolcezza, sorridere con dolcezza, parlare con dolcezza, come voi guardate, sorridete, parlate? O maledetta dolcezza, maledetta dolcezza!

Malgrado che le fosse molto vicino e quasi intuisse l’espressione del volto di Paola, egli non vide le lagrime che le salivano agli occhi.