Pagina:Serao - Fior di passione.djvu/33

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

novelle d'amore 33


dolcemente, come se fosse sul punto di morire, ella disse:

— Madonna benedetta, vi raccomando l’anima mia.

Sottovoce, orò. Fulvio taceva, aspettando. Ma nessun rumore si fece udire, nessuna luce comparve, nessuno venne. Era stato un inganno. Restarono così, per del tempo. Egli non osava interrompere quel silenzio, non osava dire l’ultima parola. Tutto gli sembrava crollato, intorno, nella notte nera: e non poteva camminare fra le rovine. Pure, levando gli occhi, sentì che gli occhi di lei lo interrogavano desiderosi della fine.

— Che debbo fare? — egli domandò glacialmente.

— Andarvene — fece lei, con dolcezza imperturbabile.

— Andar dove?

— Dove volete: non qui, insomma.

— Assai lontano?

— Assai lontano.

Fior di passione    3