Pagina:Settembrini, Luigi – Ricordanze della mia vita, Vol. II, 1934 – BEIC 1926650.djvu/125

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
[405] la visita all'ergastolano 119


diedi un ultimo sguardo alla Giulia, e senza poter profferire un parola mi ritirai! Oh non si può immaginare che effetto produce nell’anima di un ergastolano una musica, ed una musica d’una cara figliuola!

Quando io le rivedrò? quando udirò un’altra volta una musica della mia Giulia? Vidi la barca partire, e sulla barca un fazzoletto bianco che si agitava: non vidi niente piú.