Pagina:Specchio di vera penitenza.djvu/67

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

distinzione terza. - cap. i. 39

genti, lasciare il bene che altri dee fare. L’essemplo ce ne diede Iesu Cristo nostro Salvatore, il quale più volte spregiato e schernito da’ Farisei, non ne curava, né non ne lasciava però il bene e la dottrina de’ miracoli. Onde, fra l’altre volte, ridicendogli e’ discepoli suoi come i Farisei erano iscandalizzati, e mormoravano di certe parole che Iesu Cristo avea dette, rispose: Sinite eos: coeci sunt et duces coecorum: Lasciategli andare e non vi curate di loro; eglino sono ciechi e guida di ciechi; e se il cieco guida il cieco, l’uno e l’altro cade nella fossa. Similmente, quando lo riprendeano biasimandolo che non guardava il sabato, facendo i miracoli, come si manifesta quando alluminò il cieco nato, e quando sanò quello attratto ch’era stato trentotto anni alla pescina, non lasciava però il ben fare de’ miracoli; e alle parole loro o non rispondea, o mostrava loro come dicieano male o per ignoranza o per invidiosa malizia. Così si legge degli Apostoli, che godevano delle vergogne e delle persecuzioni che sosteneano per lo nome di Dio. La terza ragione perché l’uomo non si dee vergognare di fare penitenzia, si è che per la penitenzia si ricuopre quello di che altri si dee vergognare, cioè il peccato. Così dice santo Agostino sopra quella parola Beati quorum remissoe sunt iniquitates, et quorum tecta sunt peccata: Se tu t’accusi, Iddio ti scusa: se tu ti manifesti, Iddio ti nasconde. Onde nel libro della Sapientta si dice di Dio: Dissimulans peccata hominum propter poenitentiam. Dice che Iddio mostra di non vedere i peccati degli uomini per la penitenzia. La quarta ragione per che non si dee l’uomo vergognare di fare penitenzia, si è se noi consideriamo la vergogna e la confusione che aranno i peccatori che non aranno fanno penitenzia, quando saranno dinanzi al giudicio di Dio. Della quale dice il profeta Ieremia: Saranno fortemente confusi, però che


    colo XV. Onde il si dee della stampa del 25 ci ha l'aria di ritocco. Troveremo, andando innanzi, di esempi tali in gran numero. Il Manoscritto omette qui presso l'adunque.