Pagina:Storia della rivoluzione di Roma (vol. I).djvu/38

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
28 discorso preliminare

ed ha impresso tracce così visibili della sua protezione, che tutto porta non che a sperare, a somministrarci la confortevole certezza che Roma ed il papato, quantunque da quando in quando inquietati e bersagliati, finiranno coli’ essere sempre rispettati e sostenuti, non solo dalle potenze mondiali, ma dalla volontà operosa di tutti i cattolici dell’universo. Si conserverà così stabilmente quel primato morale, e quell’inalterabilità di principi che furono l’opera dei secoli, ed il compimento delle viste della Provvidenza stessa, a tutela dell’ordine sociale e dell’umano incivilimento.