Pagina:Studi storici sul centro di Firenze 1889.djvu/63

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 57 —


XV.

Via Porta Rossa, la Piazza di Mercato Nuovo, Calimala, Via del Fuoco, la Piazza del Monte e Pellicceria chiudono questo gruppo di vecchi fabbricati attraversati da piccoli e stretti chiassuoli che oggi sono in parte richiusi.

Tre famiglie insigni nella storia di Firenze, che ebbero gran parte nelle fazioni, che possedettero alte e fortissime torri poste le une vicine alle altre, ebbero le case loro in questa località: i Cavalcanti, in piccola parte però, i Siminetti ed i Bostichi.

Fu un palazzetto dei Cavalcanti la casa che forma angolo fra Piazza di Mercato Nuovo e Calimala e nel XV secolo lo troviamo indicato appunto come il Palagiotto de’ Cavalcanti1. Ad un ramo dei Cavalcanti che fattisi di popolo si dissero Malatesti appartennero altre case lungo Calimala da questo come dall’altro lato.

In Mercato Nuovo corrispondeva il palagio dei Siminetti, munito di alta torre, tuttora in gran parte esistente, mentre dalle case loro aveva nome il piccolo chiassuolo che sbocca in Porta Rossa e che più tardi, non saprei spiegarne il perchè, fu detto Via de’ Lontanmorti. E de’ Lontanmorti si dice anche l’altro chiassolo che dalla Piazza del Monte, già de’ Pigli, va in Calimala e che in antico troviamo con varii nomi come quello strano di Chiasso di Peso Rivolto2. Fu detto anche chiasso della Grascia e del Grecaiolo.

Al di là del chiasso de’ Siminetti, verso Pellicceria erano i palazzi, le case, le torri dei Bostichi, una delle più grandi famiglie di Firenze prima del XV secolo; famiglia che primeggiò nel partito Guelfo e che subì distruzioni infinite per opera de’ Ghibellini reduci da Montaperti3. Da’ Bostichi s’intitolò un chiassetto oggi in gran parte richiuso. Fu de’ Bostichi anche la casa posta accanto al chiasso di Lontanmorti e che è decorata dello stemma dell’Arte del Cambio, essendo stata dai Bostichi donata a quell’Arte4. Per tal ragione un piccolo canto di via posto lì dietro fu chiamato Piazzuola dell’Arte del Cambio. Le case de’ Bostichi


8