Pagina:Studi storici sul centro di Firenze 1889.djvu/99

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 91 —

Piazza di S. Miniato fra le Torri, n.° 2.


Una casa di tre piani attualmente di proprietà del cav. Andrea Baldini, con stalla e magazzino appartenente a Bartolini Gustavo del fu Carlo.

Nel cav. Andrea Baldini passò il 17 settembre 1869 dall’Arcispedale di S. M. Nuova in conto del quale vegliava anche all’attivazione del Catasto del 1832 essendogli pervenuta, per atto del 7 settembre 1819, da Gio. Batta Bertelli in cui era passata dal Conservatorio di S. Margherita di Lucignano per soppressione del Monastero di S. Verdiana come dall’Arroto del 1788, n.° 390.

Alle Decime del 1776 si trova impostata in conto del Monastero e monache di S. Verdiana1. Quart. S. Croce Gonf. Bue «una casa con bottega posta nel popolo di S. Miniato fra le torre in su la Piazza del Re» e fu loro consegnata dal cav. Anton Filippo Salvetti con atto del 16 giugno del 1667 per dote delle sue sorelle Caterina e Aloisa monache in detto Monastero.

Nel cav. Anton Filippo di Francesco di Antonio Salvetti del Gonf. Ferza, era pervenuta detta casa e bottega per la morte di suo padre Francesco, avvenuta sotto di 6 ottobre 1629 e nel predetto Francesco si trovano tali beni posti in conto nell’Arroto 1596, n.° 86, Quart. S. Spirito «per essergli stati relassati da m.a Cornelia sua madre sotto la tutela della quale è stato fino a ora (1596)».

Nell'Arroto 1572, Quart. S. Spirito, n.° 44, si trova una «casa co bottega sotto auso di lana i su la Piazza del Re»